Arredare casa con le moodboards.

Arredare casa con le moodboards

Uno strumento utile per arredare casa

Spesso mi capita che le amiche mi chiedano un consiglio quando devono arredare casa, o anche solo rinnovare un elemento dell’arredamento o comprare qualcosa di nuovo. “Tu che ci metteresti qui?”, dicono. Io una risposta naturalmente ce l’avrei immediata, su quello che io metterei lì se fosse casa mia. Col mio gusto, le mie esigenze. Ma quella è casa loro, col loro gusto, con le loro esigenze e le loro abitudini. E allora io chiedo loro di fare l’esercizio di immaginare in quale ambiente vorrebbero entrare, di immaginare quale sarebbe la loro casa ideale, che colori vorrebbero, che materiali…

Da lì, da un’immagine ideale, si può partire, perché in un’arredamento grandissima parte la fanno la scelta a e l’accostamento dei colori e piccoli dettagli, in una parola, i complementi d’arredo.  Una lampada, un cuscino, una bella stampa possono far sembrare completamente nuovo un’ambiente od un angolo di casa. E naturalmente se siete arrivati al punto di dovere scegliere un pezzo importante come un tavolo o un divano o un armadio…questo esercizio è ancora più importante… e divertente!

Questo serve per avere una prima idea progettuale: il sogno è secondo me la prima parte di un progetto: dunque raccogliete immagini, pezzetti di stoffa, fotografate ciò che vi colpisce, a casa di un amico, in un locale pubblico, oppure focalizzatevi su un angolino di casa vostra o un oggetto che vi piace molto: io una volta sono partita da una maglietta che in lavatrice insieme ad altri capi aveva preso un colore insolito e che mi piaceva moltissimo. Sono andata al colorificio con la maglietta in mano, ho ordinato la vernice e chiunque entrasse in quella camera esclamava: “che bel colore!” Ho lasciato la casa ma la persona che ci è entrata ha chiesto all’imbianchino di riprodurre quel proprio quel punto di azzurro…

Dunque una volta creata l’ immagine del vostro arredamento idealeideale e raccolto il materiale che vi ispira, potete cominciare a creare la vostra moodboard.

Cosa è una moodboard? E’ una superficie (board=tavola) sulla quale posso ordinare in maniera visiva tutti gli elementi che appartengono ad un determinato progetto, legato ad una sensazione, ad un “umore” (mood), per creare un insieme organico e ben organizzato.

La moodboard può essere fisica, come ad esempio una tavola di sughero su cui fissare i miei disegni, le foto, i campioni di vernice o di stoffa; può essere virtuale, come quella che posso costruire attraverso immagini digitali raccolte in una cartella sul computer e poi composte con un programma; o ancora può essere online quando utilizziamo ad esempio Pinterest o altre piattaforme online (di cui parlerò in un altro post).

Ora che avete raccolto il vostro materiale, siete pronti per organizzarlo sulla vostra moodboard, esattamente come fareste per comporre un puzzle, in modo da ottenere una mappa visiva che vi consentirà di arredare casa proprio come avete sempre sognato.

La moodboard funziona molto bene nel caso vogliamo arredare o riarredare casa nostra in quanto ci consente di focalizzare qual’è davvero la casa nella quale ameremmo tornare la sera, quali colori sono più adatti a ricreare lo stile che abbiamo scelto, cosa del nostro vecchio arredamento sarà bene mantenere, rinnovare o valorizzare e cosa sostituire, quali piccoli dettagli ed accessori sono più efficaci per ricreare la casa dei nostri sogni, senza correre il rischio di di acquistare una quantità di oggetti superflui o sbagliati che quando torniamo a casa non funzionano con quello che abbiamo già.

Per fare un’esempio, la moodboard che vedete in apertura è stata la guida per rinnovare il soggiorno di casa mia. Sono partita da due elementi: il colore grigio, perché secondo me è una buona base per “accogliere” oggetti di stili e d epoche diverse e lo “zoccolo” bicolore, che mi piace perché mi riporta subito alla mente le case di inizio ‘900 di Torino, la mia città.

Ho poi aggiunto alla mia moodboard gli elementi che facevano parte già dell’arredamento di casa mia e che volevo conservare, una credenza Babacit Bianco Puro (il primissimo prototipo realizzato da Bababuà) e una libreria Lettera 140, sempre Bianco Puro. Ho proseguito aggiungendo un disegno regalatomi dalla mia amica artista Rachele Palladino, che desideravo fosse più in evidenza. A partire da questi primi elementi ho deciso di rinnovare le fodere del divano scegliendo una stoffa in lino grigio melange naturale. Qualche tocco grafico per armonizzare col bel disegno di Rachele: il tappeto di Hubsch e delle nuove fodere per i cuscini con una stampa ikat.

Una moodboard funziona come una mappa visiva che vi consentirà di arredare casa proprio come avete sempre desiderato.

arredare casa
Arredare casa con le moodboards

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito è una demo, nessun ordine verrà accolto o processato. Rimuovi